• Contact u

Monte Testaccio Tour: la discarica di anfore di ceramica nella Roma Imperiale

Tour di Monte Testaccio: i massivi commerci della Roma Imperiale e le giare d'olio accatastate a formare una collina

  • APERTURA SPECIALE
Feedback - 1Feedback - 2Feedback - 3Feedback - 4Feedback - 5 5.0 Leggi tutte (1)

Esplora, nel nostro tour, Monte Testaccio, la collina artificiale alta oltre 50 m e con 1 km di diametro, creata nella Roma Imperiale dall'accumulo sistematico di vasi di terracotta non riutilizzabili per il trasporto di olio, pertanto ridotti in frammenti ed opportunamente accatastati.

Da dove provenivano così tanti vasi di terracotta e perché vennero sistematicamente smaltiti nella più grande discarica dell'antica Roma?

La nostra guida esperta e comunicativa tratterà questo ed altri argomenti di grande interesse, come i beni diffusi e l'economia globale nella Roma Imperiale, durante la vostra visita guidata alla scoperta dei dettagli - le forme e le scritte - impresse sui vasi e la loro capacità di veicolarci nel tempo in cui quei recipienti di terracotta venivano trasportati, registrati, archiviati, smaltiti. 

Su queste tracce di vita vi condurremo nella Roma Imperiale, nelle dinamiche sociali ed economiche della più grande metropoli dell'antichità. 

Numero pax
Numero pax
25 max.

Durata
Durata
1 ora

pax
Accessibilità
Facile

pax
Sign language
Available

IL TOUR INCLUDE

  • check Apertura Speciale e biglietto di ingresso a Monte Testaccio
  • check Guida ufficiale preparata e coinvolgente

Wonders discovered

La Roma Imperiale ha davvero sviluppato la prima economia globale dell'antichità? 

Monte Testaccio è un'evidenza archeologica sorprendente della diffusione dei commerci e delle politiche di decentralizzazione delle produzioni agricole attuate nell'impero romano, nonché dell'efficienza con cui i Romani organizzarono l'afflusso e l'immagazzinamento delle stesse a Roma, nei grandi magazzini imperiali poco distanti dall'attracco delle navi nei pressi dell'Isola Tiberina.

Nel nostro tour di Monte Testaccio scoprirete come le merci provenienti dalle più disparate province dell'impero, giungevano nella cittadina portuale di Ostia, a meno di 30 km da Roma - di cui oggi è possibile visitare strade, osterie, edifici pubblici e privati nel sito archeologico di Ostia Antica - e risalivano il fiume Tevere fino a raggiungere il porto di Roma, dove venivano registrate e depositate nei grandi magazzini situati nell'area dell'odierna Testaccio. 

Grazie alla narrazione efficace della nostra guida, eslorerete Monte Testaccio, o monte dei cocci, come lo chiamano i romani: una collina artificiale formatasi nell'arco di quasi 3 secoli (dall fine del I° sec. a.c. alla metà del 3° sec. d.c.) dall'accumulo sistematico, in quest'area adibita a discarica, di anfore svuotate, frantumate (in quanto non riutilizzabili) e qui adeguatamente accatastate.

Le anfore, non a caso, erano quelle utilizzate per il trasporto di olio a Roma, proveniente soprattutto dalla zona dell'attuale Andalusia, nella Spagna meridionale, nelle cui ampie colline  erano coltivati ulivi per la produzione di olio d'oliva. Chi abbia avuto modo di utilizzare dei recipienti d'olio per portare in città del buon olio d'oliva prodotto ancora oggi in maniera tradizionale in alcune regioni d'Italia - nel caso di chi scrive a Roma dai frantoi della Sicilia - sa che rimuovere i residui di olio non è facile, e la pulizia doveva risultare ancora più ardua per i recipinti di terrracotta, traspiranti ma facilmente impregnati della viscosità dell'olio. Ecco perché i romani optarono per lo smaltimento, il costo ed i tempi della pulizia delle anfore erano evidentemente troppo alti, e tanto valeva utilizzarne di nuove.

Ma quali furono i fattori chiavi della potenza economica dell'impero romano? Vediamone tre determinanti.

L'estensione della Roma Imperiale fu immensa e mai raggiunta prima da altri imperi. Al suo apice, dal I sec. d.c. al III, l'impero romano, grazie anche ad una certa stabilità politica, dominò vasti teritori di tra continenti: Europa, Africa, ed Asia. Tra l'altro tutte le regioni che circondano il Mediterraneo erano sotto il dominio di Roma, tanto che i Romani - non senza intenti propagandistici - chiamavano il Mediterraneo Mare Nostrum. Dalla Spagna all'Egitto, dall'Africa Settentrionale all'attuale Francia (la Gallia dei Romani), dalla Siria alla Romania, la lingua ufficiale era il latino, le leggi quelle di Roma, il potere in mano a Roma, la città eterna, un mito ed una certezza. 

Un tale dominio favorì lo sviluppo di vaste reti commerciali e interazioni economiche, facendo di Roma una potenza economica globale del suo tempo. 

I Romani sono famosi per le loro considerevoli abilità ingegneristiche e lo sviluppo di infrastrutture correlate. Infatti collegarono opportunamente le varie regioni dell'impero, non soltanto per scopi militari, di controllo del territorio e difesa delle frontiere, sviluppando una serie di strade, incluse alcune delle famose "strade romane" ancora esistenti, che agevolarono lo sviluppo dei commerci ed il trasporto di prodotti locali anche tra provincia lontane una dall'altra. Ma questo avvenne innazitutto attraverso migrazioni di popoli e genti, uno scambio culturale tra uomini e donne con usi e costumi disparati, sedotti o vinti dalla cultura romana, la cui enorme diffusione è testimoniata ancora oggi dai reperti archeologici esistenti dal Marocco alla Turchia, dalla Francia all'Egitto.

Il terzo fattore rilevante fu l'utilizzo di un sistema monetario unico: i romani infatti adottarono la loro moneta - il sesterzio - come valuta unica in tutto l'impero, generando quindi una forte stabilità economica. Le monete romane, accettate nelle più disparate regioni dell'impero - come confermato dai numerosissimi ritrovamenti archeologici avvenuti un pò ovunque - crearono una solida integrazione economica.

Ciononostante l'economia romana rimase fondamentalmente un'economia agraria, ma i Romani avviarono politiche di ottimizzazione delle coltivazioni agrarie che inevitabilmente condussero, ad esempio, ad una produzione prevalente di grano in Egitto, di olio dalla Spagna e di vino dalla Gallia.

Ma l'Italia e Roma, la metropoli con oltre un milione di abitanti nel I sec d.c., restarono il mercato di riferimento principale dove le merce prodotte nelle varie regioni dell'impero, ed anche al di fuori di questo, affluivano e trovavano ricchi acquirenti di delizie più o meno comuni od esotiche. 

Check availability and get information about prices for this tour

By submitting this form I agree to the processing of my personal data as indicated in the privacy policy

Reviews Feedback - 1Feedback - 2Feedback - 3Feedback - 4Feedback - 5 [5.0]

Feedback - 1Feedback - 2Feedback - 3Feedback - 4Feedback - 5

We greatly enjoyed our tour with Yevgen to Mount Testaccio. He was very competent, charming and we had a very good time!
Tour date: 6 February 2024

Robert S.USA

see all reviews

Potrebbero interesssarti ...

  • Si esaurisce in fretta
  • Salta la fila
Tour di Colosseo e Roma Antica: strade, templi ed imperatori
Tours di Roma

Tour di Colosseo e Roma Antica: strade, templi ed imperatori

Esplora il Colosseo, incontra gladiatori ed imperatori, conosci la vita quotidiana, l'economia e la mentalità dell'Antica Roma

Tour privato

starting from: € 110

  • si esaurisce presto
  • Salta la fila
Tour del Vaticano Svelato: un'Esperienza d'Alta Quota tra Arte, Storia, Bellezza e Scandali Rinascimentali (Roma)
Tours del Vaticano

Tour del Vaticano Svelato: un'Esperienza d'Alta Quota tra Arte, Storia, Bellezza e Scandali Rinascimentali (Roma)

Immergiti nella bellezza e nella storia della Cappella Sistina. Decifra 2500 anni di capolavori di Musei Vaticani e Basilica di San Pietro.

Tour privato

starting from: € 47

  • scontato
Tour di Roma in 1 giorno: Cappella Sistina, Colosseo e piazze
Tours di Roma

Tour di Roma in 1 giorno: Cappella Sistina, Colosseo e piazze

Esplora il Vaticano (Cappella Sistina inclusa), Roma Antica (tour del Colosseo incluso) e le piazze più famose

Tour privato